Pitture nere su carta

di Maria Grazia Calandrone Quello che mi pronuncia è il nome di tutti Per essere poeti bisogna avere un eccezionale costrutto psichico, in primo luogo saper portare un immenso carico di dolore con assoluta levità – così, come se non fosse, mentre si scambiano informazioni sul parco-giochi che abbiamo in comune. E poi tradurre la ferita in una radiazione più … Continua a leggere

Senza Luce

di Gaja Cenciarelli  «Fabbricare i gusti del pubblico è una faccenda pericolosa: distorce la visione delle cose, capovolge le cause con gli effetti, crea ogni sorta di alibi. E chi lo fa spesso vive soltanto in funzione degli alibi che riesce a raccattare, con la stessa disinvoltura con la quale raccoglierebbe i punti spesa dei supermercati, getterebbe il pacchetto di … Continua a leggere

Le storie di mia zia

di Ade Zeno  Ugo Cornia, Le storie di mia zia (e di altri parenti) pp. 168, Feltrinelli, Agili, rapidi e incalzanti come tanti piccoli romanzi-goccia, i cento bozzetti che Ugo Cornia ha messo insieme nell’esilarante e delicato reticolo di storie di questo suo sesto piacevolissimo libro divertono, seducono, di tanto in tanto addirittura ammaliano per la timida normodotatissima follia che … Continua a leggere

Dylan Thomas

Paul Ferris “Dylan Thomas”, Mattioli 1885,2008, pag.450,euro 22. Un fermo-immagine di sublime teatralità: solo così poteva congedarsi dalla scena del mondo l’artista vissuto all’insegna della più pura e totale dissipazione di sé medesimo, perseguita con l’accanimento da gran cerimoniere istrionico della dépense, emulando Edgard Allan Poe e preconizzando John Belushi. “La morte ebbe il suo dominio” su Dylan Thomas a … Continua a leggere

Storia di Mario. Mario Rigoni Stern e il suo mondo.

Conversazione a cura di Giulio Milani – Transeuropa Edizioni Una conversazione fatta nel giugno del 2002 con Mario Rigoni Stern. Più che un’intervista vera e propria. Una camminata nei boschi e nella neve di chi creò il Sergente nella neve. Ogni capitolo è introdotto dalla descrizione fulminante di un albero, secondo le definizioni che da vivo ne diede Rigoni Stern … Continua a leggere

Il rapporto di Philippe Claudel

di Paolo Cacciolati Questo non è l’ennesimo libro sull’Olocausto, non è l’ennesimo romanzo sul male, quell’entità che siamo soliti considerare fuori da noi, altro da noi. Philippe Claudel traccia qui una nuova cartografia del male, una mappa di ciò che chiamano inferno che parte da uno sperduto paese tra Francia e Germania, prima durante e dopo l’ultima guerra, per terminare … Continua a leggere

Il ritra

  Se volessimo racchiuderlo in una sola definizione, diremmo che “Il ritratto di Dorian Gray” è una spudorata celebrazione della bellezza, con sottesa la struggente malinconia per la sua precarietà. Con questo libro il giudice Carson portò in tribunale quella che, a suo parere, era una delle prove più incriminanti dell’intima depravazione di Oscar Wilde. Il romanzo, si disse, non … Continua a leggere

Quella notte a Dolcedo

di Franz Krauspenhaar  Marino Magliani: “Quella notte a Dolcedo“, Longanesi, 2008 Magliani è uno scrittore a cui sono molto affezionato. Affacciatosi timidamente sulla scena letteraria, va a poco a poco affermando una personalità già matura e coinvolgente. Vive in Olanda da molti anni, da cui si allontana per tornare a far visita alla sua terra di origine, la Liguria. Il … Continua a leggere

Bianca Stefania Fedi

di Fabrizio Centofanti Bianca Fedi nasce Bianca Maria, all’anagrafe. In famiglia nasce Stefania. Tre nomi, un po’ faticoso. Spirito quieto e ricercatore, a volte un po’ forsennato. Si laurea a Firenze su Rose Ausländer di cui condivide l’assonanza con il più famoso Paul Celan e l’ebraismo. Insegnante, per amore. Nel 2004 pubblica la sua prima raccolta di poesie Fermamente presso l’editore … Continua a leggere

Ho il cancro e non ho l’abito adatto

  di Cristina Piga  Lei è una donna di quarantacinque anni, portati niente male. Vita normale, marito, due figli, un lavoro nella pubblica amministrazione. Lui è un “bastardo” carcinoma infiltrante. Al colon. Lei lo scopre un giorno d’estate che sembra uguale a tanti altri e che invece è l’inizio di un viaggio che nessuno vorrebbe mai fare ma se ti … Continua a leggere