Rifrazioni del sublime

di Giuseppe Panella   «Sublime. Termine designante un tipo di esperienza estetica – fatta oggetto di ampia discussione – che è distinta da quella di bello. Nell’estetica contemporanea ogni riferimento al sublime è da tempo caduto in disuso. Già Benedetto Croce negava a questo concetto una genuina valenza estetica, ravvisando in esso un esclusivo riferimento morale; ma neppure in questa … Continua a leggere

L’utopia concreta

di Francesco Sasso Periodo per eccellenza dei contrasti della modernità, dei conflitti e degli eccessi prodotti dall’evoluzione economica e politica, il Sessantotto non ha mai smesso di raccontarsi. Percorrere con lucidità gli anni in cui si manifesta in Italia un forte movimento degli studenti che, pur nella diversità dei “gruppi”, esprimevano rivendicazioni antiautoritarie e anticapitalistiche, anche sulla scorta del movimento … Continua a leggere

Insula Europea

Giorno 30 ottobre ho avuto l’onore e il piacere di partecipare alla cerimonia conclusiva della prima edizione di un premio letterario molto particolare che – a mio avviso – merita di essere promosso: l’Insula Europea, un premio nato per valorizzare le opere di autori europei (non italiani) under 35, non ancora edite in Italia. Per il presidente del premio, prof. … Continua a leggere

Stabat Mater

di Franz Haas   Taluni premi letterari non sono nemmeno più una garanzia che le opere premiate siano di fatto un vero e proprio ciarpame, e anche viceversa è raro avere una garanzia di qualità. Ciò vale anche per il Premio Strega che viene assegnato dal 1947 al migliore libro italiano dell’anno, il più delle volte ad un’opera in prosa. … Continua a leggere

Incontro con l’autore

di Giuseppe Panella   In memoria di lui. Lorenza Rocco Carbone, Incontro con l’autore Michele Prisco, Napoli, Massa Editore, 2004 [2 ed.] Dopo essersi cimentata più volte nell’esercizio storico di rievocare (sinteticamente e simpateticamente) la figura di Matilde Serao (ad esempio in Cara Matilde. La Serao, la scrittura e la vita, Napoli, Kairós Edizioni, 2008), Lorenza Rocco Carbone torna alla … Continua a leggere

Una missione fortunata e altri racconti

di Francesco Sasso   I racconti de Una missione fortunata e altri racconti di Guido Morselli (Nuova Editrice Magenta, 1999) abbracciano un arco ampio che va dal 1937 (il reportage Vecchia Francoforte) al 1972. Nella prospettiva di una ricostruzione accurata dell’opera di Morselli, non potevano mancare questi racconti. In loro rintracciamo i temi consueti della narrativa di Morselli, perlomeno nella … Continua a leggere

Tempi

di Giuseppe Panella I tempi della vita e quelli della Storia si intrecciano nel cerchio infinito del desiderio. A proposito di Alessandro Attucci, Tempi, Carmignano (PO), Attucci Editrice, 2008 «Mezzo secolo è passato, Bogardo. Mezzo secolo è passato, Bogardo, / dal vostro sangue lacerato. / Il tempo grava su voi sospeso, immane. / Parole, ancora molte, dicono di voi; / … Continua a leggere

DFW

Sostenere oggi, all’indomani del suo suicidio, che David Foster Wallace era un cercatore dell’infinito può sembrare un controsenso, magari addirittura una provocazione. Ma Infinite Jest era il titolo del suo romanzo-capolavoro, apparso nel 1996, quando Foster Wallace aveva soltanto 34 anni: oltre mille pagine di stile ineccepibile e visioni postmoderne, incentrate sulla critica del sistema economico-mediatico contemporaneo e attraversate da … Continua a leggere

L’adultera

L’ADULTERA. ( Longanesi, collana Biblioteca dei narratori. ) di GIUSEPPE CONTE Perché l’episodio dell’adultera, inizialmente, non era stato incluso nel Vangelo di Giovanni? Forse a questo si puó rispondere che ai suoi inizi il potere eclesiastico non avrebbe potuto tollerare l’adulterio. Ma anche altrove, in questo racconto evangelico, si possono trovare significati importanti. Ad esempio Scribi e Farisei non chiedono … Continua a leggere

Psicofantaossesioni

KM 1999 Esserci stati, quando ci dovevamo essere, dietro le barricate, entro le scuole a studiare il Maoismo contro i conservatori, a fianco i progressisti, lungo i corsi centrali, nelle piazze, durante le marce autogestite, alle manifestazioni non violente per i diritti civili, per le lotte sindacali accanto agli ultimi partigiani, agli antifascisti; senza essere stati brigatisti rossi, dei N.A.P., … Continua a leggere