Editing

Perdonate il carverismo del titolo e considerate benevolmente il mio proporre l’epanalessi in forma interrogativa, dicevo del carverismo nel titolo, mi si propone in automatico dopo aver letto sul Primo Amore un pezzo di Dario Voltolini sull’editing e scrittura, ove si prende a esempio del cattivo editing (anzi, di ciò che mai può essere chiamato “editing”) quanto ha/avrebbe perpetrato Gordon Lish nei confronti di Raymond Carver, uno stupro, a detta di Voltolini, sullo stupro però tornerò dopo, che prima voglio dire delle argomentazioni utilizzate nella prima parte dell’articolo per dimostrare come l’editing del testo letterario sia importante, ah, già intravedo sullo sfondo la manina petulante che si leva in alto ad anticipare la domanda: “bravo te, ma prima non dobbiamo chiarire cosa si intende per testo letterario?”, niente, domanda ricusata, facciamo finta che tutti abbiamo-abbiano la stessa nozione di testo letterario, perché ciò che mi interessa sono i ragionamenti pro editing addotti da Voltolini, tre argomenti anticipati da una similitudine che monda l’articolo di ogni sua eventuale pecca (il testo letterario è come un vetro soffiato: una piccola bolla d’aria indebolisce il tutto, lo rende fragile e prima o poi si rompe).

Paolo Cacciolati

Editingultima modifica: 2009-07-27T08:19:52+02:00da mirea1954
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento